Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button

Impegno politico


Dopo diversi anni in cui seguivo la politica "da esterno" tramite un blog in cui esprimevo le mie opinioni, nell’autunno del 2008 ho aderito ai Giovani UDC Ticino, la cui sezione era stata rifondata poco più di un anno prima, ed ho contribuito assieme ad altri giovani entusiasti a rilanciarne le attività. Sono stato membro della Direttiva in qualità di Responsabile per i media e dal 2012 al 2016 quale vicepresidente.

Sono stato anche uno dei cinque delegati ticinesi all’assemblea dei Giovani UDC Svizzera; dal 2011al 2013 ho assunto la carica di segretario generale dei Giovani UDC Svizzera.

Dall'esperienza di candidato alle elezioni federali del 2011 è nata la possibilità di lavorare quale assistente parlamentare del primo consigliere nazionale targato UDC Ticino, Pierre Rusconi, ruolo che ho svolto fino al 2014.

Dal 2012 al 2016 sono stato consigliere comunale a Magliaso; ho ricoperto il ruolo di capogruppo e membro della commissione della gestione. Nel mese di giugno 2015 ho assunto la carica di presidente del Consiglio comunale di Magliaso.

Dal 2016 sono municipale a Magliaso, occupandomi dei dicasteri Cultura, tempo libero e sport, sanità e previdenza sociale, economia pubblica. Dallo stesso anno sono presidente della sezione UDC Regione Malcantone.



Valori

Identità

L’attività politica deve essere rivolta al presente e al futuro, ma non può prescindere dalle radici e dalla storia del proprio paese. Sono a favore di una Svizzera sovrana, neutrale e indipendente, libera dai poteri forti dell’Unione europea e dai tentacoli dell’americanismo. Il Ticino deve essere fiero di appartenere alla Confederazione pur mantenendo le sue specificità, ma dovrebbe lavorare per riuscire a farsi comprendere meglio al di là delle Alpi.

Prossimità

La politica non deve essere al servizio delle lobby, bensì del cittadino e dei suoi bisogni.
Lo stato deve aiutare chi si trova veramente in difficoltà, senza che però lo stato sociale si trasformi in stato socialista.

Sicurezza

Chi vive in Svizzera deve potersi sentire sicuro in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi luogo si trovi. La criminalità va combattuta con un inasprimento della legislazione penale; lo straniero che commette reati deve essere espulso. La sicurezza di avere un posto di lavoro dev'essere garantita a tutti i residenti: per questo è imprescindibile applicare l'iniziativa per lo stop all'immigrazione di massa e l'iniziativa dell'UDC Ticino "Prima i nostri", per reintrodurre la clausola di preferenza indigena.