Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button

Rally del Ticino parzialmente bagnato dalla pioggia quello di questo weekend. Dopo una partenza in Piazza della Riforma a Lugano sotto un sole splendente venerdì sera, il sabato mattina si è presentato all’insegna di una leggera pioggia che ha teso qualche trappola ai piloti e che è tornata a far capolino in serata, in occasione dell’ultima prova speciale.

Ad aggiudicarsi la gara è stato l’equipaggio Althaus-Ioset su Peugeot 207 S2000 che ha battuto per un’inezia (2.8 secondi) l’equipaggio ticinese formato da Ivan Ballinari e Paolo Pianca (pure su Peugeot), che comunque restano in testa al campionato. E se Ivan non fosse stato penalizzato di dieci secondi per una partenza anticipata sulla prima prova speciale, ora saremmo qui a celebrare una sua nuova vittoria… Terzo posto per Hotz-Ravasi (Skoda Fabia S2000), già impostisi a più riprese sulla prova ticinese.
Ai piedi del podio, Mirco Virag e Domenico Pozzi (Citroën Xsara WRC) vincitori della passata edizione, che comunque hanno fatto segnare il miglior tempo su due delle quattro prove di quest’anno.
Nel Gruppo N la vittoria è andata al sempreverde Antonio Galli, navigato da Marco Vozzo, su Mitsubishi Lancer Evo IX.

La pioggia, dicevo, ha teso qualche trappola ai piloti e sparigliato le loro carte nella scelta degli pneumatici, causando diversi cambiamenti nella classifica ma soprattutto un pauroso incidente sulla seconda prova speciale.
A farne le spese, lo sfortunato equipaggio Puricelli-Orio, la cui vettura ha urtato contro il guardrail durante la PS2 ed è stata infilzata dalla lama. L’equipaggio è stato immediatamente soccorso e il pilota ospedalizzato per precauzione, ma fortunatamente non ha subito gravi conseguenze.
Nota di biasimo per numerosi media di primo piano che non hanno perso tempo a riportare la notizia dell’incidente, relegando in secondo piano il risultato della gara.
L’ha detto chiaramente anche Max Beltrami, presidente del comitato organizzatore, che gli incidenti di gara fanno parte dei normali rischi di questo tipo di manifestazioni.

Nel complesso, comunque, grande soddisfazione da parte degli organizzatori e degli equipaggi iscritti. Anche il pubblico ha risposto “presente” all’appuntamento, dimostrando di apprezzare la prova e lo spettacolo offerto dai piloti. Applauditissime anche le vetture storiche, tra cui figuravano Lancia Delta Martini, BMW M3, Opel Monza, Ferrari 308, Chevrolet Corvette,…
La vittoria in questa categoria è andata all’equipaggio Metral-Neto Da Silva su Ford Sierra Cosworth.

Contributo per Ticinolive

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna