Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button

Le recenti dichiarazioni pubbliche del negoziatore Yves Rossier contro il contingenta­mento dei frontalieri - che lui ha il mandato di “portare a casa” - non solo denotano “crassa ignoranza” nei confronti della realtà ticinese, ma fanno sorgere spontanea la domanda: Rossier negozia per la Svizzera o per l’UE?
Abbiamo interpellato alcuni interlocutori, ai quali abbiamo chiesto: - Il negoziatore svizzero con l’Ue, Yves Rossier, ha dichiarato pubblicamente in un’in­tervista il proprio scetticismo nei confronti dell’introduzione di contingenti per i fron­talieri. Come valuta questa affermazione? E’ normale che un negoziatore esprima simili giudizi di valore sull’oggetto della trattativa?