Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button

In un precedente articolo ho illustrato i miei obiettivi principali in caso di elezione nel Municipio di Magliaso: maggiore comunicazione e trasparenza, manutenzione di strade e canalizzazioni, attenzione al mondo giovanile (Easyvote e posto di apprendistato presso la Cancelleria), nuovo edificio scolastico e apertura prolungata dell’ecocentro.

Vorrei ora soffermarmi sugli ultimi due temi.

Constatato che da parte del Municipio nulla si muoveva, nel 2014 il nostro Gruppo ha presentato una mozione per la progettazione di un nuovo edificio scolastico. Nonostante il preavviso municipale negativo, la commissione della gestione si è riunita in parecchie occasioni nel 2015, giungendo alla presentazione di un rapporto che chiedeva la concessione di un credito per uno studio pianificatorio del comparto scuole. La proposta è stata condivisa dal nostro Gruppo e approvata poi a maggioranza da quasi tutti i gruppi in Consiglio comunale.

Quando nel prossimo autunno sarà pronto lo studio pianificatorio, sarà importante agire affinché si passi rapidamente alle fasi successive, in particolare alla progettazione e alla costruzione del nuovo edificio scolastico. Si tratta senz’altro di un progetto ambizioso e finanziariamente impegnativo, ma sostenibile per le casse comunali senza aumenti del moltiplicatore, anche alla luce degli scarsi investimenti degli ultimi anni. Le future generazioni meritano un nuovo edificio che sostituisca l’attuale che ha ben 108 anni e non è più al passo con i tempi!

Per quel che riguarda l’ecocentro, vanno rivisti ed estesi i giorni e gli orari di apertura, innanzitutto non differenziando tra periodo estivo ed invernale (che va da inizio ottobre a metà marzo), mantenendo l’apertura per tre giorni alla settimana durante tutto l’anno.

Inoltre, vanno ripensati gli orari, per agevolare chi lavora, attualmente limitato dalla chiusura alle 17.00 d’inverno e alle 18.30 d’estate e costretto a sacrificare il sabato pomeriggio (e di riflesso magari anche il weekend) per recarsi all’ecocentro.

Naturalmente ciò non deve creare un carico di lavoro supplementare agli operai comunali, ma va proposto ad esempio tramite la creazione di programmi occupazionali o l’assunzione di avventizi. Un’altra possibilità sarebbe di munire ogni abitante di una tessera d’accesso, come avviene in altri Comuni. L’importante è trovare una soluzione che favorisca i cittadini.

 

Luca Paltenghi

Candidato Lega-UDC-Ind.

per il Municipio e il CC di Magliaso

 

Articolo pubblicato sul Corriere del Ticino del 25 marzo 2016